Attitudine Forma ha allestito “BETYE SAAR: UNEASY DANCER” Fondazione Prada Milano

Argomenti
Condividi

 

“Uneasy Dancer”, una mostra antologica dedicata a Betye Saar (Los Angeles, 1926). “Betye Saar: Uneasy Dancer” è la prima esposizione in Italia dell’artista americana che riunisce più di 80 opere tra installazioni, assemblage, collage e lavori scultorei creati tra il 1966 e il 2016.

“Uneasy Dancer” (danzatrice incerta) è l’espressione con cui Betye Saar definisce se stessa e il proprio lavoro che, per usare le sue parole, “segue il movimento di una spirale creativa ricorrendo ai concetti di passaggio, intersezione, morte e rinascita, nonché agli elementi sottostanti di razza e genere”. Il suo processo artistico implica “un flusso di coscienza” che esplora il misticismo rituale presente nel recupero di storie personali e di iconografie da oggetti e immagini quotidiani. Al centro della sua opera si possono individuare alcuni elementi chiave: l’interesse per il metafisico, la rappresentazione della memoria femminile e l’identità afroamericana che, grazie al suo lavoro, assumono forme e significati inediti. Come sostiene Saar, la sua arte “ha più a che fare con l’evoluzione che non con la rivoluzione, con la trasformazione delle coscienze e del modo di vedere i neri, non più attraverso immagini caricaturali o negative, ma come esseri umani”.

download (2)Betye-Saar-alla-Fondazione-PradaFondazione-Prada-Betye-Saar-16Fondazione-Prada-Betye-Saar-10-1-960x640Fondazione-Prada-Betye-Saar-2-909x640Fondazione-Prada-Betye-Saar-1

Fondazione-Prada-Betye-Saar-4-960x640download

Betye Saar , The Alpha and the Omega, 2013-2016. Foto Roberto Marossi. Courtesy Fondazione Prada

 

Lascia una Risposta