Attitudine Forma allestisce all’Hangar Bicocca “Situations” di Kishio Suga

Argomenti
Condividi

Kishio Suga    Situations

A cura di Yuko Hasegawa e Vicente Todolí / 30 settembre 2016 – 29 gennaio 2017

“Situations” è la prima retrospettiva dedicata da un’istituzione europea a Kishio Suga (Morioka, Giappone, 1944), figura chiave dell’arte contemporanea giapponese. La mostra, a cura di Yuko Hasegawa e Vicente Todolí, raccoglie nello spazio delle Navate di Pirelli HangarBicocca oltre venti installazioni realizzate da Suga dal 1969 fino a oggi e da lui riadattate per l’occasione.
Personalità di spicco di Mono-ha, gruppo artistico nato alla fine degli anni Sessanta, Kishio Suga inizia a esporre le sue opere in un contesto di grande fermento culturale per il Giappone, così come a livello internazionale, con la nascita di movimenti come la Post-Minimal Art e la Land Art negli Stati Uniti e l’Arte Povera in Italia.
Nel 1978 l’artista viene invitato a rappresentare il suo paese alla Biennale di Venezia, mostrando in Occidente il suo linguaggio che unisce una relazione profonda con la natura a una ricerca sui materiali e sullo spazio.Kishio Suga Unfolding Field, 1972/2016. Courtesy dell’artista, Blum & Poe, Los Angeles/New York/Tokyo e Pirelli HangarBicocca, Milano Foto: Agostino Osio

Kishio Suga Fieldology, 1974/2016. Courtesy dell’artista, Blum & Poe, Los Angeles/New York/Tokyo e Pirelli HangarBicocca, Milano Foto: Agostino Osio

Kishio Suga “Situations”, veduta della mostra, Pirelli HangarBicocca, 2016. Courtesy of Pirelli HangarBicocca, Milano Foto: Agostino Osio

Kishio Suga Parallel Strata, 1969/2016. Courtesy of the artist, Pinault Collection e Pirelli HangarBicocca, Milano. Foto: Agostino Osio

Kishio Suga Left-Behind Situation, 1972/2016. Courtesy dell’artista, Glenstone Foundation, Potomac, Maryland e Pirelli HangarBicocca, Milano Foto: Agostino Osio

Kishio Suga “Situations”, veduta della mostra, Pirelli HangarBicocca, 2016. Courtesy of Pirelli HangarBicocca, Milano Foto: Agostino Osio

Lascia una Risposta